BLOG

L’arte di diffondere l’aria

La mission dell’Officine Volta è la realizzazione di sistemi per la distribuzione dell’aria di elevate e accertate prestazioni. Per perseguire in modo sempre più efficace questo obiettivo, l’azienda ha progettato e realizzato una sala prove esclusivamente dedicata allo studio e alla verifica delle prestazioni dei propri prodotti. Da quando è entrata in esercizio, la sala, che ha richiesto un investimento di oltre 500 mila euro, è utilizzata soprattutto per il controllo delle prestazioni aerauliche di tutta la gamma produttiva e questo permette di disporre di un catalogo tecnico che si avvale di diagrammi prestazionali completamente aggiornati.
La sala è dotata di un impianto meccanico indipendente e dedicato, costituito da gruppo frigorifero, serbatoio per l’acqua refrigerata, impianto idraulico con pompe, valvole miscelatrici e caldaietta, unità di trattamento dell’aria e canalizzazione per l’aria trattata.
Sull’impianto e all’interno del locale sono montate numerose sonde. I dati rilevati da queste ultime, in particolare temperature superficiali, temperatura dell’acqua e refrigerata, temperatura e velocità dell’aria, e il funzionamento di tutto l’impianto sono gestiti da un software appositamente realizzato. Tramite il computer si registrano e si visualizzano i parametri caratteristici di velocità residua dell’aria alle varie portate e alle diverse distanze. Si ottengono così precisi diagrammi di funzionamento che permettono al progettista di disporre di dati certi e verificati nelle diverse situazioni.
Per poter simulare le diverse condizioni di funzionamento che si possono incontrare nella realtà, una parete costituita da elementi radianti viene alimentata con acqua calda, fredda o miscelata in modo da riprodurre le condizioni di una parete confinante con l’esterno; inoltre le sonde di temperatura e velocità dell’aria sono montate su un carrello mobile che può essere posizionato in qualsiasi punto. Anche il soffitto è mobile, per poter eseguire prove simulando ambienti di altezza compresa tra 2,7 e 3,9 metri (in pianta la sala misura 7,2 per 4 metri). Le prove vengono eseguite mantenendo una differenza di temperatura tra l’aria ambiente e l’aria immessa di ± 10°C; in effetti ai fini del comfort non è tanto importante la temperatura assoluta, quanto il famoso “delta ti”. Se necessario si possono inserire nell’ambiente anche mobili o scaffalature per verificare la loro influenza sui flussi d’aria.
La struttura non è priva di un suggestivo impianto scenico. Infatti il carico termico delle persone è simulato da cilindri di acciaio contenenti lampadine: ognuno di questi cilindri equivale ad una persona; un manichino scenico, riscaldato a 37°C, simula anche una presenza femminile. Quando poi, insieme all’aria fredda, viene diffusa una sorta di fumo bianco che rapidamente si avvolge intorno ai corpi caldi, l’effetto è ancor più suggestivo; soprattutto, si ha modo di vedere direttamente il movimento reale dei flussi d’aria all’interno della sala.
La stagione estiva è simulata da una parete radiante a idonea temperatura da poter rappresentare i carichi estivi.
Durante la nostra visita in Officine Volta abbiamo avuto modo di osservare il funzionamento di un dislocatore, con visualizzazione dei flussi d’aria alla temperatura di immissione di 18°C, temperatura ambiente di 25°C. In effetti, si è potuto vedere come l’aria fredda formi una specie di cascata, scorrendo lungo il pavimento e, non appena viene in contatto con i cilindri ed il manichino, si riscaldi e salga verso l’alto per convezione.
Oltre ai prodotti standard, l’azienda ha avuto l’opportunità di sviluppare una nuova gamma di diffusori d’arredo, ovviamente dedicati a un target molto elevato, quali ad esempio show room e atelier. Può quindi offrire una ventaglio di soluzioni molto ampio, realizzate anche su misura, dai modelli economici a quelli di prestigio, ma tutte con il valore aggiunto di essere state testate nella sala prove a garanzia delle caratteristiche dichiarate.
“Il costo del diffusore è modesto nei confronti di tutto il resto dell’impianto, però è come le gomme per la macchina” ha detto efficacemente Bossini. In effetti, si può aggiungere, i diffusori sono l’interfaccia tra l’impianto aeraulico e gli ambienti climatizzati. Un cattivo diffusore, o un diffusore scelto malamente, può penalizzare le prestazioni di un ottimo impianto; per questa ragione diventa importante un’oculata scelta dello stesso in base ai diagrammi ricavati da prove di laboratorio.
“Con la realizzazione della sala prove non vogliamo affatto vendere i nostri prodotti a un prezzo più elevato”, ha precisato Bossini, “semplicemente vogliamo dare al cliente la certezza delle prestazioni. Non solo, ma in casi particolari, possiamo provare soluzioni speciali per la diffusione dell’aria già in fase di progettazione, il che costituisce un notevole contributo ingegneristico per il consulente-progettista ed una maggior sicurezza finale.”
Com’è logico aspettarsi Officine Volta sottolinea i grandi vantaggi degli impianti canalizzati in termini di comfort e di qualità dell’aria, grazie alla possibilità di effettuare la ventilazione meccanica controllata.
L’azienda non si occupa, tuttavia, solo di diffusione dell’aria: nello stabilimento ha anche una linea di produzione dedicata alle canne fumarie e un reparto dedicato alle serrande tagliafuoco.
Tornando ai diffusori, la qualità non è rappresentata solo da buone caratteristiche aerauliche, ma anche dalla silenziosità di funzionamento. Gli sforzi dell’azienda vanno dunque anche in questa direzione, il che implica lo studio di geometrie e l’utilizzo di materiali (e spessori) che consentano di contenere al massimo il rumore.
Infine, un altro punto di forza è rappresentato dai tempi di consegna che, in alcuni casi, possono diventare un fattore vincente: mediamente una commessa viene gestita nel giro di 10, 15 giorni, anche grazie alla disponibilità a magazzino di circa 5000 articoli.